marchioCarissimi,

in queste settimane ho letto di tutto e di più, spesso ho letto che si parlava di me, o del ruolo che ricopro, in modo scorretto e strumentale.

Per il bene di Italia dei Valori e per ottemperare al ruolo assegnatomi statutariamente, ho evitato di scrivere le mie ragioni, ho evitato di prendere posizione, ho persino interrotto da oltre un mese ogni comunicazione sul mio profilo Facebook, proprio per non alimentare polemiche.

Ho al contempo lavorato sodo, con la collaborazione delle strutture territoriali, per garantire il trasparente e corretto andamento del tesseramento – secondo le regole datemi – per arrivare ad un Congresso nazionale IDV vivo e partecipato, che segni l’avvio del rilancio delle giuste battaglie di Italia dei Valori, di cui ho sposato la causa sin dall’inizio.

Oggi leggo la comunicazione di Niccolò Rinaldi (Ali del Gabbiano n. 5) lesiva del partito e diffamante la mia persona.

Non lo accetto!

C’è un limite oltre il quale, per dignità e per rispetto della propria Vita, non si può andare, e questa volta Rinaldi lo ha superato mistificando la realtà, insinuando inesistenti “anomalie che l’ufficio UNO non è riuscito a chiarire, nè i garanti a sanare” e “la scarsa neutralità del medesimo ufficio”, offendendo il lavoro di tanta brava gente sui territori e cercando di delegittimare, in un colpo solo, le strutture del partito e il comitato dei garanti congressuali.

Per onore di verità, riservandomi di tutelare la mia onorabilità in altre sedi, mi limito a produrre gli atti formali che consentano a ognuno di farsi un’idea di come sono veramente andate le cose e di che meraviglioso partito avremmo se con il prossimo congresso sparissero mistificatori, approfittatori ed egoisti di vario genere, che purtroppo penalizzano l’impegno di migliaia di persone oneste.

A conferma di questo Vi allego il pdf del verbale della riunione dei garanti e candidati di mercoledì 29 maggio 2013, e la lettera accompagnatoria del materiale relativo al tesseramento, entro le ore 14 di lunedì 27 maggio 2013, da cui si evince che ho consegnato la documentazione richiesta, e nello specifico:

– Tabulati di tutti gli iscritti, con tutte le generalità di identificazione e reperibilità, suddivisi per regione, provincia e comune ed anche con la specificazione di chi si è iscritto la prima volta e di chi era già iscritto nell’anno precedente.

Tanto dovevo restando a disposizione per ogni chiarimento oggettivo richiesto.

Cordialmente

Ivan Rota

Responsabile Organizzazione Nazionale IDV

relazione riunione del 29 maggio

 

Lascia un commento

Occorre loggarsi per postare un commento.