Immagino 150.000 persone della Community IDV …

Vasto 2010_ritLettera all’Esecutivo Nazionale IDV:

Carissimi,

E’ un momento di grande confusione della politica; tutto sta crollando e nessuno sembra avere idee per portare il Paese fuori dalla palude in cui si è infilato.

Tutti stanno cavalcando i temi che abbiamo sostenuto per anni e noi, anziché rilanciare con orgoglio le buone ragioni delle nostre battaglie, ci dividiamo ipotizzando surreali scioglimenti.

Per quanto mi riguarda non condivido la fuga da noi stessi e la spinta autodistruttiva che qualcuno vuole imprimere; non concordo sullo scioglimento di una realtà sana, sotto tutti i punti di vista, quale è IDV.

Abbiamo subito una pesante battuta d’arresto?

Pazienza, è accaduto, ora dobbiamo prendere atto delle difficoltà e trasformarle in opportunità.

È il momento di abbandonare timori e tatticismi e, riconoscendo gli errori fatti, chiamare a raccolta chi crede nei valori di IDV e ritiene che IDV debba proseguire le sue battaglie, così come migliaia di persone ci hanno detto:

https://webreports.questback.com/isawebrep/webreporter.aspx?auth=890D324B50EDE3ADBD42C005C696A72B624F3B0A&rid=3013874

In questi anni ho girato il territorio, ho comunicato con migliaia di persone, ho conosciuto centinaia di amministratori e dirigenti validi, ho sostenuto le ragioni di Italia dei Valori nata per “Convincere e coinvolgere le persone oneste, in un progetto politico diverso, oltre le ideologie, in grado di incidere nel cambiamento della politica, valorizzando merito e competenze, nell’interesse dei Cittadini”.

Su questi binari tracciati dal fondatore Antonio Di Pietro, insieme, abbiamo costruito qualcosa di importante e raccolto un notevole consenso, sommando al voto d’opinione, il valore aggiunto di una rete di persone radicate sul territorio.

Abbiamo portato avanti battaglie giuste e tenuto una trasparente comunicazione con la Community IDV, grazie agli strumenti messi a disposizione dalla moderna tecnologia.

Risultato: 250.000 tra iscritti e simpatizzanti, 3.900 dirigenti, oltre 1.500 eletti nelle istituzioni sono risultati eccezionali, che non abbiamo saputo comunicare come avremmo dovuto.

Sorrido quando sento sbandierare le parole “democrazia partecipata”, “liquid feedback”, “consultazione della base”, “trasparenza”, “partecipazione” … Noi lo abbiamo fatto prima e meglio, noi abbiamo la possibilità di sfruttare piattaforme innovative che negli anni abbiamo messo a punto e che altri neppure immaginano.

Inutile stare a recriminare dopo la parentesi elettorale che ci ha visti nell’esperienza Rivoluzione Civile: gli organismi di partito hanno assunto una decisione e io stesso, come tanti altri, mi sono impegnato a fondo affinchè IDV fosse rappresentato in Parlamento, anche se avrei preferito altro (http://www.ivanrota.it/cms/?p=436977).

Oggi dobbiamo guardare oltre e, partendo da IDV, rafforzare sull’esigenza di legalità, la nostra proposta politica, rivedere il nostro modello organizzativo, ritoccare il simbolo dando seguito a quanto avevamo già ipotizzato, coinvolgere maggiormente la base del partito condividendo con essa ogni importante decisione.

Con questi presupposti, e archiviando l’ipotesi di “scioglimento” a cui sono contrario, concordo sull’accelerazione di un confronto con gli iscritti.

Anche qui però, basta schemi obsoleti e costosi, basta congressi controllati; abbiamo gli strumenti per consentire a chiunque voglia esprimere il suo parere/voto di farlo senza spostarsi di chilometri.

Immagino 150.000 persone della nostra Community IDV che, attraverso il web, possono conoscere le mozioni presentate e avere il tempo per migliorarle.

Immagino questo enorme numero di persone libero di scegliere le proposte in cui più si riconoscono.

Immagino, grazie all’invio personalizzato di un codice e una password, una trasparente votazione che si riversi, come un’onda positiva, nella sala dove si terrà il dibattito tra i candidati alle varie cariche (tutte elette dalla base).

Immagino un percorso trasparente, che non si limiti alla protesta urlata ma sappia riempire di contenuti una proposta finalizzata alla difesa dei diritti e al contempo all’assunzione di quei doveri che la gente ha scordato.

Gli strumenti li abbiamo, una base diffusa c’è, fatta di tante valide persone hanno dimostrato capacità e attaccamento a Italia dei Valori … poche, semplici e chiare regole e possiamo ripartire più forti di prima.

Questo è ciò che penso, su questo ci confronteremo all’incontro fissato sabato 6 aprile p.v.

2 Risposte di “Immagino 150.000 persone della Community IDV …”

Lascia un commento

Occorre loggarsi per postare un commento.